Messe sui fronti

Chissà quali pensieri passano nella mente dei soldati (quelli col la testa fasciata, quelli con il male più grande dentro la testa…). L’altare rivolto alla montagna, perché Dio si cerca sempre in alto… Speranze, gioie, dolori, sofferenze, fame, paura, freddo…. “Signore, aiutami! Signore, proteggimi!”.

E l’assurdità: due messe, a pochi chilometri di distanza (una al Passo Valles, per la Brigata Tevere; l’altra forse presso il Passo Rolle, per le truppe austroungariche), lo stesso Signore, due eserciti che cercano di annientarsi…

(fotografie tratte dal libro di Bepi Pellegrinon, Le Montagne del Destino, Nuovi Sentieri editori 1993)