I FILI DELLA VITA di Clare Hunter

Quando la mia nonna Luigia in NO VE DESMENTION prende in mano la matassa di fili, è stata chiamata da un sogno che non sa spiegare a parole ma cerca di ricamare sulla tela. Ecco perché mi ha molto attirato il libro I Fili della vita: una storia del mondo attraverso la cruna dell’ago. E così ho scoperto delle storie bellissime.

1. Sconosciute

Chi ha ricamato l’arazzo di Bayeux? Quante donne sconosciute hanno ricamato nell’XI secolo questo meraviglioso tessuto ricamato lungo 68,30 m, che racconta in modo propagandistico la conquista normanna dell’Inghilterra?

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è bayeuxtapestryscene16.jpg
Arazzo di Bayeux – scena 16: un uomo mostra l’abbazia di Mont Saint Michel
di Image on web site of Ulrich Harsh. – http://www.hs-augsburg.de/~harsch/Chronologia/Lspost11/Bayeux/bay_tama.html, Pubblico dominio,

2. Potere

Il ricamo è stato usato anche affermare il proprio potere: in questo modo lo utilizza Maria Stuart, sempre, nelle sue alterne fortune. Ci ha lasciato un lavoro affascinante ed assolutamente politico.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è 2010eb1015-marion-hanging-phoenix-1280.jpg
Shrewsbury, 1570 – 85, England. Museum no. T.29-1955. © Victoria and Albert Museum, London https://www.vam.ac.uk/articles/prison-embroideries-mary-queen-of-scots

3. Fragilità

Il potere terapeutico del ricamo che aiuta i malati psichiatrici ad esprimersi, a calmarsi, a guarire; è il valore del ricamo per John Craske, reduce della Prima guerra mondiale, e per molti altri pazienti.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è SmileAtTheSea.jpg
A detail from Smile at the storm by John Craske, (Sheringham Museum)

4. Reclusione

Prigionieri e prigioniere hanno passato ore e ore, giorni e giorni, anni e anni, a ricamare. Ricamare la vita, i ricordi, la libertà che ti è stata tolta. Le donne inglesi, prigioniere nei campi di prigionia giapponese di Changi durante la Seconda Guerra Mondiale, hanno lasciato dei lavori di ricamo veramente piene di amore per la vita e di dolore per la prigionia.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è changi-ricamo.jpg
Embroidered ‘Japanese Changi quilt’ https://www.awm.gov.au/collection/C148969

5. Identità

Spesso il ricamo è l’ultima traccia di identità

ricami ucraina
Olanda. Una testimonianza speciale; finita la seconda guerra mondiale donne  e ragazze cucirono delle gonne usando anche la stoffa dei paracaduti, in  onore e ricordo della liberazione. « Il Cofanetto Magicomargin-right:50px;

6. Legàmi

Kantha Embroidery

7. Protezioni

8. Viaggio

Popoli sradicati hanno utilizzato il ricamo per mantenere la propria identità anche lontano da casa, anche per integrarsi in un paese nuovo, del quale non conoscevano nemmeno la lingua.

Le donne dell’etnia Hmong, cacciate con il loro popolo dal Laos, raccontano la loro storia ricamandone i momenti drammatici su un telo. Qui, nell’Attraversamento del Mekong, viene descritto un attacco al villaggio: è uno dei story cloth Hmong.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: