Un’Ultima cena davvero originale

Nella sacrestia di Pietralba-Weissestein, Valentino Rovisi ha dipinto un’Ultima cena davvero originale. Gli apostoli sono disposti sulla scalinata di un edificio. Al piano più basso al centro c’è Giuda che stringe il suo sacchetto di monete, i quaranta denari con cui ha tradito Gesù. Al piano superiore, al centro della scena, spicca la figura di Gesù, un giovane aureolato che lava i piedi a Pietro, il più anziano. Alla sinistra, con tratti femminei, Giovanni, il discepolo più amato. Nella parte più alta dell’edificio, una tavola imbandita e il gesto disperato di un apostolo simboleggiano la passione e la morte di Cristo. La posizione a spirale dei personaggi innesta un dinamismo che parte dalla parte più bassa (una caverna buia) alla parte più alta (un cielo aperto): dalla morte alla vita.

Valentino Rovisi, La lavanda dei piedi, affresco della sacrestia di Pietralba, 1754

Che cosa ci fa un affresco di Valentino Rovisi nella chiesa di Pietralba?

Valentino Rovisi, nel 1754, è già un pittore noto e affermato. Probabilmente è stato Josef Adam Mölk a volere Valentino a Pietralba.

Ma c’è una motivazione ancora più importante: i Fassani, almeno dal 1690, ma probabilmente anche prima, vanno in pellegrinaggio a Pietralba-Weissestein. Valentino lascia la sua firma nella sacrestia: un moenese a Baissiston.

Ho ricavato immagine e informazioni dal volume a cura di Chiara Felicetti, Valentino Rovisi nella bottega del grande Tiepolo. Il metodo di una vera e lodevole imitazione, edito dalla comunità di Fiemme e dal Circolo culturale ‘Valentino Rovisi’ nel 2002.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...